Giornata internazionale della Permacultura

Ormai una Giornata Internazionale non si nega a nessuna causa, dico bene?

Per il 6 maggio voglio pensare a fare a casa qualcosa di piccolo ma efficace, qualcosa di permaculturale! Probabilmente avrà a che fare con il recupero dell’acqua dalla cucina (acqua di cottura della pasta e delle verdure, acqua di lavaggio verdure) per il riutilizzo in giardino. Il tempo è poco, le idee tante!

 

 

Annunci
Giornata internazionale della Permacultura

Esperimenti di coltivazioni in luoghi insoliti

Da quando ho iniziato a interessarmi, nel mio piccolo, con poco tempo a disposizione, con zero esperienza, di permacultura ho sempre cercato di interessarmi in particolare alla permacultura che si può applicare in città. Io, e molti altri credo, continueremo a vivere in città per qualche tempo perchè non è solo in campagna che si può essere più “green” o più resilienti. Ci sono moltissime cose che possiamo imparare a fare qui, in mezzo al cemento, per riportarvi  più natura. E seguendo i principi della permacultura, dovremmo fare in modo che quello che introduciamo nel sistema abbia più di una funzione e più di un collegamento con altri fattori presenti, altrimenti probabilmente occorrebbe troppa energia, troppa fatica per mantenerlo.

Stavo riflettendo su tutte queste cose, forse non in modo così lineare, quando qualche settimana fa ho provato a riutilizzare le bottiglie di plastica (che ce ne sono sempre per casa, anche se non beviamo bibite e l’acquaa è quella del rubinetto da dieci anni). Curiosando in internet avevo trovato una fantastica idea: coltivarci dentro piantine da orto. Ecco una delle mie prime tre bottiglie in cui sono germogliate le insalatine dai semi che avevo messo:

Le piantine nate nelle altre due sono già state trapiantate nel nascente orto dietro casa; questa invece ho deciso di tenerla così per vedere come diventa e di tenerla DAVANTI a casa, in modo da coltivare qualcosa anche davanti e soprattutto di avere qualcosa di bello sotto gli occhi quanto esco e quando torno a casa. Al momento è stata messa sul pianerottolo d’ingresso per via delle pioggie ingenti di questi giorni.

L’altro esperimento è nato sempre da una scorribanda in internet: in un sito in cui si danno consigli su come arredare la casa e il giardino c’era la fantastica idea di coltivare negli spazi tra le mattonelle di un vialetto di ingresso. Le stesse insalatine seminate in bottiglia le ho quindi seminate anche in un tratto del mio vialetto. Complici le piogge, da qualche giorno sono spuntate anche lì:

Sono quelle con le foglioline verdi più chiare lungo la linea di terra più lunga, le altre sono erbe spontanee.

Ora non sarà più ammesso uscire di casa con la testa tra le nuvole o arrabbiati, sbattendo la porta e correndo via, perchè si dovrà far attenzione alle insalatine. Più pragmaticamente, speriamo che crescano!

Esperimenti di coltivazioni in luoghi insoliti

TRAME SANE Piccola fiera del Tessile Ecosostenibile

TRAME SANE Piccola fiera del Tessile Ecosostenibile Sabato 14 aprile 2012 dalle 9 alle 19 c/o Auditorium Pierangelo Bertoli, via Pia 108 Sassuolo (MO)

La fiera vedrà il coinvolgimento attivo di Gas, produttori, artigiani, esperti del settore e cittadini che vogliono pensare e praticare nuovi stili di vita e di consumo anche in campo tessile. Porteremo l’attenzione sul tema della sosteniblità ambientale e dello sfruttamento dei lavoratorori che producono i nostri abiti e scarpe, si potranno acquistare prodotti con la possibilità di conoscere direttamente chi li ha confezionati. E poi tanti laboratori, incontri, momenti conviviali, da non perdere!

PS il post è stato preso pari pari da qui. Io un salto alla fiera ce lo voglio proprio fare!

TRAME SANE Piccola fiera del Tessile Ecosostenibile